slide slide slide

Cancellazione Banche Dati Cattivi PagatoriChi siamo

VGA Consulting s.r.l.s., società specializzata nell'ambito della Volontaria Giurisdizione, nasce per soddisfare le esigenze di tutti quei clienti che per un motivo o per l'altro non riescono ad accedere al mercato del credito e hanno bisogno di essere riabilitati finanziariamente.

Tutti coloro che si sono visti negare la possibilità di accedere ad un prestito perché il proprio nominativo è finito in una delle svariate banche dati avranno la possibilità grazie a VGA Consulting s.r.l.s. di poter nuovamente essere finanziati e riacquistare credibilità sul mercato creditizio. Tale mercato d'altronde, diventa ogni giorno sempre più difficile e articolato sia perché gli istituti eroganti hanno diminuito la propensione a concedere finanziamenti sia perché la clientela ha sempre maggiori difficoltà ad effettuare con regolarità i pagamenti dei propri finanziamenti.

In quest'ottica VGA Consulting s.r.l.s. si mette a disposizione della clientela che si è vista negare un finanziamento o un mutuo presso una Banca o una finanziaria, fornendo tutta la sua competenza ed esperienza maturata grazie anche alla preziosa collaborazione di un equipe di professionisti (avvocati, cancellieri, notai etc.).
La tipologia di servizi che VGA Consulting s.r.l.s. offre alla sua clientela rientra come classificazione nell'ambito della cosiddetta "Volontaria Giurisdizione" questo significa che sono servizi , soprattutto le cancellazioni dei nominativi dalle Banche Dati "Private" (Crif, Experian, CTC) e Banche Dati Pubbliche (Centrale Rischi della Banca d'Italia, Protesti) che ciascun cittadino a rigor di logica ha piena legittimazione ad agire in giudizio senza il patrocinio di un difensore tecnico, cioè in altre parole non richiede, di norma, di essere assistiti da un avvocato; questo però non deve porre il cliente nella convinzione che può fare tutto da solo, in teoria potrebbe, ma poi in pratica il più delle volte si rischia di perdere tante ore di lavoro inutilmente senza riuscire a risolvere il problema o magari a risolverlo solo in parte vanificando la vera finalità dell'operazione a questo punto è meglio farlo fare a chi è esperto e sa come e dove "mettere le mani".

Bisogna sottolineare inoltre un altro aspetto del sistema degli archivi delle cosiddette "centrali rischi private" ora ribattezzate SIC, sistemi di informazioni creditizie; tali banche dati essendo "private” come si evidenzia anche dal loro nome non sono gestite dalla Banca d'Italia e quindi il loro scopo è comunque ,come tutte le società private d'altronde," lucrativo”, questo significa che è nel loro interesse mantenere il maggior numero di nominativi all'interno dei loro archivi, perché ogni nominativo rappresenta per le banche dati una fonte di guadagno.
Passiamo ora ad esaminare questo sistema di raccolta delle informazioni che avviene sostanzialmente in duplice modo: attraverso centrali rischi "pubbliche" e attraverso le succitate centrali rischi "private".
Le prime sono fondamentalmente due e sono state istituite per legge: sono la Centrale Rischi della Banca d‘Italia, che riguarda esposizioni (mutui, anticipazioni, aperture di credito ecc…) pari o superiori a 75.000,00 € e la Centrale Rischi della SIA (Società Interbancaria per l'Automazione), che riguarda esposizioni fino ad un massimo di 30.000 €.
Le centrali rischi "private", non regolamentate per legge ma basate sull'osservanza di un "codice di deontologia e buona condotta" (entrato in vigore dal 1 gennaio 2005, sottoscritto dalle associazioni rappresentative del settore con la collaborazione delle associazioni dei consumatori) sono invece società di raccordo del sistema bancario, che custodiscono i dati di esposizioni relative anche a pochi migliaia di Euro (importi che vanno da 0 a 31.246,00 €) e che sono costituite per fornire alle banche e alle finanziarie che vi aderiscono un servizio certamente prezioso, finalizzato a limitare i rischi nella concessione del credito, ma che possono creare anche non pochi problemi a coloro che sono censiti in tali archivi se le informazioni non sono corrette o non aggiornate.
Fra le più note attualmente in funzione in Italia vi sono CRIF, CTC ed Experian.
Sulla base di una recente sentenza della Cassazione, la legge italiana ha imposto un severo stop alle selvagge segnalazione nelle banche dati Crif, quelle relative ai cattivi pagatori delle banche.
Secondo la Cassazione infatti “per dichiarare il credito “in sofferenza” non è sufficiente il ritardo nel pagamento, ma serve una valutazione sul patrimonio del debitore.
Praticamente è necessario che colui che non può più rispettare il debito si trovi in una permanente e grave situazione economica per accertare lo stato di insolvenza.
Dunque giuridicamente solo la prova contraria salva la banca dal risarcimento di colui che si sente danneggiato dal comportamento dell’istituto di credito.

Come Contattarci

VGA Consulting s.r.l.s. 

E-Mail: vgaconsultingsrl@gmail.com 

vgaconsulting.app@gmail.com

 

Tel:02 56.56.9432


Ci trovi dalle 9,00 alle 19,00 con orario continuato dal lunedì al venerdì nelle nostre sedi di:
Milano - Via Panfilo Castaldi 41



Scarica L'app VGA Consulting



scarica l'app Android

scarica l'app IOS





Contact FormContact Form

Dati personali

Messaggio

Codice di sicurezza

codice